La previsione nell’asset allocation: valutazione di un modello di reti neurali

Quello della previsione è sempre stato un argomento centrale nel dibattito che ha caratterizzato la letteratura economica. Molteplici ed anche significativamente divergenti risultano essere le posizioni assunte al riguardo da quanti si siano accostati al problema osservandolo dalle più disparate prospettive.

E’ indubbio che un qualsivoglia approccio finalizzato alla previsione dei corsi finanziari debba presupporre l’abbandono di ipotesi che sono spesso considerate verità acquisite. Tra queste la teoria dell’efficienza

L’evidenza empirica mostra come non sia possibile trascurare completamente effetti che esercitano un’azione distorsiva sull’andamento efficiente dei prezzi. Numerosi sono i contributi volti ad evidenziare effetti del tipo ‘fuso orario’, ‘ora legale’, ‘gennaio’ o ‘fine settimana’, altrettanti quelli volti a verificare la possibilità di sfruttare l’informazione rappresentata dalla serie storica dei corsi finanziari. Non sono poi da tralasciare quelli rappresentati da quanti sostengono che forte sia anche la componente di tipo psicologico o emulativo che influenza i mercati, mettendo in discussione le ipotesi di razionalità ed omogeneità delle aspettative degli agenti economici.

Tesi di Laurea discussa L’11 aprile 2006.

Leggi tutto su Academia.edu